Gruppo Alpini di Barzanò

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva Europea sulla Privacy

    Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione, le autenticazioni e altre funzioni minori. Sfogliandolo, accetti che i cookie vengano utilizzati sui tuoi dispositivi.

    Visualizza Direttiva

Gruppo Alpini di Barzanò

Cerimonia al Pian delle Betulle

E-mail Stampa

Dal 1959, quando la chiesetta degli Alpini del Battaglione Morbegno venne inaugurata, tutti gli anni al Pian delle Betulle, la prima domenica di settembre, un grande raduno ricorda tutti i caduti del Battaglione.

Gli Alpini tennero fede alla promessa fatta nel 1941 di costruire una chiesetta votiva a ricordo dei compagni caduti sul fronte Greco-Albanese, e come segno di riconoscenza alla Madonna da parte di quelli che sarebbero ritornati alle loro case.

bet00 bet01

All'interno della chiesa una moltitudine di "marmette" sono state murate nel cemento anno dopo anno. Queste piccole lapidi in pietra con inciso nomi e date, ricordano i reduci del Battaglione Morbegno, e ne onorano la memoria.
Quest'anno, una nuova lapide è stata consacrata e aggiunta alle altre, ed è in ricordo del papà del nostro Alpino Donato Pizzagalli.

bet02 bet03
bet04 bet05

Durante il raduno di quest'anno, domenica 4 settembre, si è svolto anche un'evento particolare: la cerimonia militare di avvicendamento del comandante del Battaglione Alpini Morbegno, con la partecipazione di una compagnia di Alpini in armi.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Gennaio 2024 13:30
 

In ricordo di Claudio Cappelli

E-mail Stampa

Nella serata di venerdì 1° luglio, gli Alpini di Barzanò, le autorità comunali e tanti cittadini, si sono stretti commossi alla moglie di Claudio Cappelli Valeria Beretta e alla figlia Stella, ai genitori Massimo e Rosa e agli altri famigliari, nel ricordo del concittadino tragicamente scomparso sei anni fa.

cap01 cap02

In viaggio di lavoro in Bangladesh, Cappelli era stato ucciso la notte del 1° luglio 2016, insieme ad altri 21 civili tra cui otto italiani, quando un gruppo di terroristi vicini all'Isis aprì il fuoco all'interno del ristorante Holey Artisan Bakery situato nel quartiere diplomatico di Dacca.

cap03 cap04 cap05

La commemorazione si è svolta presso l'opera scultorea luminosa che sorge dove l'amministrazione barzanese aveva deciso di intitolare una strada all'imprenditore. Ristrutturata per l'occasione, la piccola arteria che va da piazza fratelli Besana verso piazza mercato è chiamata dunque "Vicolo Claudio Cappelli, in ricordo delle vittime del terrorismo", in memoria non soltanto dell'imprenditore barzanese, ma di tutti coloro che perirono in quell'attentato terribile e inaspettato.

cap06 cap07 cap08

Dopo il discorsi del sindaco e il ricordo dei parenti, un breve concerto ha chiuso la toccante cerimonia. I partecipanti si sono poi portati verso la chiesa parrocchiale di San Vito per la messa di suffragio.

(Le foto sono tratte dal profilo Facebook del Comune di Barzanò)

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Gennaio 2024 13:33
 

Camminata con la scuola

E-mail Stampa

Una mattinata di cammino tra l'abitato e il verde di Barzanò, martedì 31 maggio, che ha coinvolto tutti gli alunni della Scuola Primaria.
Accompagnati dal corpo insegnante, da diversi genitori e da alcuni Alpini, gli alunni hanno percorso gioiosamente le strade e i sentieri del paese suddivisi in due numerosi gruppi.
I più piccoli, hanno camminato per un tratto più breve. I più grandi, i ragazzi delle terze, quarte e quinte, partendo dalla scuola, hanno attraversato il centro del paese portandosi in zona canonica per scendere poi, attraverso il Centro Sportivo Paolo VI, alle frazioni di Dagò e Villanova.

pri01 pri02 pri03
pri04 pri05 pri06

Qui, dopo un breve ristoro in un antico cortile, sono ritornati attraverso il Sentiero del Gallo verso la scuola, dove era stato preparata una gustosa conclusione: panini per tutti, approntati dal Gruppo Alpini.
Una mattinata diversa per i ragazzi, che nonostante il tempo incerto, sono stati felici di percorrere strade e vedere luoghi, che magari non conoscervano ancora.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Gennaio 2024 13:35
 

93ª Adunata Nazionale a Rimini-San Marino 2022

E-mail Stampa

L'Adunata per gli Alpini è occasione di incontro, condivisione, ricordo, appartenenza e legame ad un Corpo. Averla sospesa per due anni, a causa della pandemia, è stato un grande dispiacere per tutti gli associati.
Il binomio Rimini-San Marino è una doppia prima volta: la prima adunata in Romagna e la prima adunata con la partecipazione di uno Stato estero.

rim01 rim02
rim03 rim04

Domenica 8 maggio, sul lungomare di Rimini, hanno sfilato novantamila Alpini provenienti da ogni parte del mondo, un numero ridotto rispetto alle grandi adunate pre pandemia, ma un notevole segnale di ripresa e di voglia di partecipare dopo due anni di restrizioni e rinunce.
Quest'anno è stata anche l'occasione per festeggiare un'altra grande ricorrenza, il 150° anniversario di fondazione del Corpo degli Alpini, avvenuto a Napoli nel 1872.
Alcuni Alpini del nostro Gruppo non hanno voluto mancare ed erano presenti alla manifestazione con il nostro gagliardetto, che ha sfilato con la Sezione di Lecco.

Ultimo aggiornamento Domenica 28 Gennaio 2024 14:44
 

25 aprile 2022

E-mail Stampa

Una sempre più sentita Festa di Liberazione dell'Italia dal nazi-fascismo, da cui è nata la Repubblica e la nostra Costituzione.
La commemorazione di tutti i comuni del casatese si è svolta ufficialmente a Cassago Brianza, con una grande partecipazione di cittadini e autorità locali.

Gli Alpini del nostro Gruppo non hanno comunque fatto mancare la loro presenza ad una breve cerimonia presso il Cimitero di Barzanò, dove sono stati deposti fiori sulle tombe dei cinque Partigiani barzanesi morti per la Libertà.
Giovanni Sironi, Alpino e rappresentante dell'Amministrazione comunale, ha tenuto un discorso su questa storica giornata e sui profondi significati che ne vogliono perpetuare il ricordo, soprattutto nelle giovani generazioni.

Guerino Besana, Carlo Besana, Carlo Locatelli, Francesco Motta e Gino Caremi. Giovani concittadini che diedero la loro vita per liberare l'Italia dopo anni di leggi razziali, deportazioni, stragi ed eccidi.

25-01 25-02
25-03 25-04
Ultimo aggiornamento Domenica 21 Gennaio 2024 21:37
 


Pagina 5 di 9

Produzioni

Libro 85°

Libro 90°

Prossima Adunata

2017-treviso